• Ricerca

Cpanel

Sperimentazione con DidaLab e la supervisione scientifica del professor Alessandro Bogliolo

 

 

 

WEBINAR su DidaLab del prof. Bogliolo


DidaLab

Per installare DidaLab in versione beta (in anteprima per la sperimentazione) è possibile scaricare ed eseguire il programma di installazione facendo click sul bottone o usando l'indirizzo: scarica.unidida.com/DidaLab-setup_3_00.exe

 

Vi preghiamo di segnalare eventuali difficoltà a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Per installare la nuova versione sarà necessario disinstallare la precedente e cancellare dalla cartella download i tutti i file DidaLab.

Requisiti di sistema minimi 2GB di memoria RAM. Sistemi operativi Win (Linux e MAC in fase di verifica).

DidaLab

DidaLab-3_00

30/08/2017 E' stata pubblicata la versione 3.00 con le seguenti importanti modifiche (rispetto alle versioni 2.0x) sull'ambiente di Coding, Pixel-Art e soprattutto robotica: si riportano nel seguito solo le più importanti.

  • Aggiunto ambiente di teatro-digitale.


Il Giro d'Italia - Post del 15 gennaio 2017 - L'inizio pubblico di questa avventura...

DidaLab FB Shot

Buongiorno a tutti. Prima una notizia: ho aperto un gruppo DidaLab per consentirvi di seguire la sperimentazione sul pipecoding senza intasare il gruppo di Alessandro Bogliolo. Troverete il gruppo a questo linkhttps://www.facebook.com/groups/460438861010922/.

E' una notizia perchè, come alcune di voi sanno, sono stato a lungo restio ad usare Facebook, per diverse ragioni ma soprattutto perchè temevo di non riuscire a rispondere in tempi brevi rischiando di offendere voi tutti. Però, dopo questo primo giro nel Veneto, ho visto che è utile che possiamo condividere uno strumento che ci possa aiutare a scambiare esperienze, pareri e domande, rimanendo nell'ambito del pipecoding. Mi perdonerete, spero, ma la pagina mia personale, invece, verrà un po' trascurata per dedicare il tempo al gruppo.

Dunque, troverete anche in questo nuovo gruppo, la cronaca delle sperimentazioni sul pipecoding usando DidaLab.

Ecco dunque quanto successo: lunedì 9/1 mi aspettavano alla Principessa Clotilde e poi alla Folis di Pino Torinese per continuare le attività in classe, ma mi ha chiamato Alfonso D'Ambrosio che già mi aveva invitato a Officina Scuola a Monselice (PD). Mi ha raccontato i dettagli dell'incontro e ho deciso di partire. E così, un po' all'improvviso, il giro dell'Italia per il pipecoding è iniziato dal Veneto: Padova, con Monselice e Ospedaletto Euganeo (grazie a Laura Cesaro per la rapidità con cui è riuscita ad organizzare il laboratorio con le classi con pochissime ore di anticipo), e poi a Vicenza i plessi di Marostica (dove Laura Rubbo si è fatta in 4 come i plessi su cui ha organizzato i laboratori: Marostica, Valle San Floriano, San Luca, Schiavon). Voglio ringraziare tutte le insegnanti che mi hanno accolto con così poco preavviso e anche i bambini/ragazzi che hanno dimostrato una altissima capacità di attenzione e di lasciarsi coinvolgere. E ringraziare soprattutto coloro che hanno inviato foto e messaggi sulla pagina di Alessandro Bogliolo che è stata, in questi giorni, il riferimento.

Cambia il formato degli incontri sul pipecoding...

Ma questi incontri hanno lasciato un importante insegnamento: ho deciso di riproporre a tutte le scuole candidate per il seminario, il formato di incontri che ho sperimentato in Veneto. Vi propongo di rinunciare al seminario di tre giorni per dedicare le giornate a due laboratori di 3-4 ore (uno al mattino ed uno al pomeriggio, per chi ha il tempo pieno) dedicati a due classi, con la possibilità (ampiamente collaudata) di accorpare due classi nella stessa aula. E' una possibilità che ha trovato il favore delle scuole perchè richiede meno impegno per le insegnanti che si trovano a seguire le sole lezioni della propria classe eventualmente alla presenza di una seconda classe con la collega. Inoltre, la minore durata dell'incontro, mi consentirà di visitare più scuole nei prossimi due mesi.

Sto contattando le prime scuole per gli incontri delle prossime due settimane: inizierò dall' Emilia-Romagna e dalle Marche. Come per i plessi del Veneto le scuole non avranno molto tempo per decidere ed organizzare gli incontri, ma dovrebbe trattarsi di un'operazione più semplice perchè si tratta di due soli incontri.

A presto,

            Daniele


Candidature al seminario - Post dell'8 gennaio 2017

Buongiorno. Ringrazio tutti gli istituti che hanno offerto la loro candidatura per ospitare il seminario gratuito di 3 giorni sul coding ed il pipecoding.

Ho voluto riportare sulla cartina affianco l'elenco delle località segnalate. Se qualcuno di voi, che avesse già scritto per prenotarsi, non trovasse il proprio comune, vi prego di scrivermi (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.). Siccome ho ricevuto molte più richieste di quanto atteso, nonostante il periodo di vacanza, vi propongo di porre fine, con oggi, alla presentazione delle vostre candidature e di rinviare a successive occasioni la possibilità di incontrarci dal vivo.

Tutti potranno seguire su questa pagina o sul gruppo Facebook lo svolgimento dei seminari e potrà capire se, in futuro, potrà essere interessato ad un'iniziativa simile.

Adesso inizia il duro lavoro di selezione degli istituti (se necessario mi farò aiutare da un'estrazione casuale) e di organizzazione logistica. Per concentrare il massimo numero di incontri nel minore tempo, credo che cercherò di fare un'unico giro, da nord-est a sud-ovest (logistica permettendo) e, dove non sarà possibile fare il seminario ed il laboratorio con i bambini, cercherò almeno di dedicare un incontro con le insegnanti. Questo significa che probabilmente non potrò lasciare la possibilità di scegliere le date: dovrò fare delle proposte e verificare se siano compatibili con i vostri impegni (il fatto che finisca il quadrimestre, non ci aiuterà, ma lascerà più tempo dopo).

Vi ringrazio fin d'ora per la pazienza che avrete per sopportare i disguidi e l'eventualità di non essere scelti in questo giro.

Rimango a disposizione di tutti coloro che avessero installato DidaLab e avessero dubbi o domande.

Un saluto a tutti,

         Daniele

DidaLab-MappaSeminario

Buon anno - Post del 2 gennaio 2017

Auguro a tutti un buon anno, ricco di esperienze, con l'obiettivo di allargare gli spazi di apprendimento per i vostri allievi. Il nostro scopo, come operatori della formazione, dovrà essere, sempre più, offrire agli studenti gli strumenti per essere attivi in un mondo che sta cambiando velocemente e che non possiamo ancora prevedere con esattezza. Di sicuro il modo di concepire il lavoro dovrà cambiare perchè non sarà più possibile per tutti avere un'occupazione in ambiente produttivo, e anche nei servizi ci sarà solo più spazio per operatori che possano dare un elevato contributo di fantasia e creatività: tutto il resto verrà fatto sempre più da macchine. Niente di veramente nuovo: ormai sta succedendo da circa duecento anni, ma il processo proseguirà lasciando, in teoria, più spazio a ciascuno di occuparsi di ciò che gli riesce meglio. Ma proprio questo è l'insegnamento più difficile da dare ai nostri ragazzi. Come potranno scoprire ciò per cui sono predisposti se non gli faremo fare le più diverse esperienze e non lasceremo loro il tempo per ragionare su di esse? Dovranno capire che, in ogni più piccolo ambito, è possibile dare il proprio contributo solo con grande dedizione, lungo lavoro e spesso capacità di concentrarsi sugli obiettivi.

Questa è una delle esperienze che si può fare con la programmazione (il coding): gli studenti si avvicinano per piccoli passi ad un mondo che richiede fantasia, capacità progettuale, organizzazione, impegno e capacità di concentrazione. Potranno poi decidere di applicare queste stesse competenze a uno qualsiasi dei settori a cui vorranno dedicarsi, ma avranno fatto palestra proprio grazie al nostro lavoro sul coding.

Ed eccoci al programma per i primi mesi del 2017: stiamo scegliendo i 5 istituti per accedere ad un seminario gratuito tenuto da me sulla programmazione e sul pipecoding.

Il seminario avrà per titolo: Coding, palestra di pensiero creativo: programmazione a blocchi e pipecoding per ampliare gli spazi di apprendimento. Sotto titolo: i computer non risolvono i problemi, ma possono insegnare a pensare per risolverli.

Struttura: corso+laboratorio con gli studenti
Ordini: primo ciclo (primaria, secondaria di primo grado)
Durata: 8 ore in tre giorni; possibilità di due turni in contemporanea
Orari: segue una possibile proposta di organizzazione degli incontri nell'ipotesi di due turni in contemporanea; compatibilmente con esigenze logistiche, potranno essere concordate soluzioni differenti.

  • 1° giorno
    • 8.30-10.30 1° incontro studenti gruppo 1 (una classe) alla presenza delle insegnanti (tutte le insegnanti interessate)
    • 10.30-12.30 1° incontro studenti gruppo 2 (un'altra classe) alla presenza delle insegnanti (tutte le insegnanti interessate che già non facciano parte del gruppo 1)
    • 14.30-16.30 1° incontro insegnanti gruppo 1
  • 2° giorno
    • 8.30-10.30 1° incontro insegnanti gruppo 2
    • 10.30-12.30 2° incontro studenti gruppo 1 alla presenza delle insegnanti
    • 14.30-16.30 2° incontro studenti gruppo 2  alla presenza delle insegnanti
  • 3° giorno
    • 8.30-10.30 2° incontro insegnanti gruppo 1
    • 10.30-12.30 2° incontro insegnanti gruppo 2
    • 14.30-16.30 Completamento con presentazione a dirigente ed insegnanti.

Si tengano presenti le seguenti informazioni logistiche:

  • per il laboratorio con gli studenti è preferibile scegliere una classe terza primaria perchè non sono troppo piccoli, nè troppo grandi; se si fanno due cicli in contemporanea andrà bene un'altra classe a vostra scelta;
  • le insegnanti potranno distribuirsi nei due cicli (gruppo 1 o gruppo 2) ma dovranno rimanere nello stesso gruppo per tutti e 4 gli incontri;
  • l'aula deve essere sufficientemente grande per accogliere anche le insegnanti (al fondo dell'aula);
  • l'aula deve essere attrezzata con una LIM, PC Win con almeno 2GB di RAM, casse audio;
  • servirà stampare (possibilmente a colori) il materiale per le esercitazioni in classe.

Le aree geografiche saranno: Italia nord-ovest, nord-est, centro costa adriatica, centro costa tirrenica, sud, isole (in corso di valutazione).

Invito tutti gli istituti interessati a mandare la propria candidatura a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. (basta una semplice mail dell'insegnante, indicando nome ed indirizzo dell'Istituto; la candidatura non è in alcun modo vincolante per l'Istituto; in seguito si potrà annullare o confermare dopo aver ottenuto le necessarie autorizzazioni dal/la Dirigente o Consiglio di Istituto).

Un saluto a tutti,

                     Daniele Costamagna


Resoconto della sperimentazione - Post del 14 dicembre 2016

Ho assistito al webinar di Alessandro Bogliolo insieme alle insegnanti di Roma che si sono riunite nell'Istituto Chiodi (un grazie a tutte le insegnanti che sono intervenute e a Marina Ceccarelli che ha organizzato) e in collegamento con le nostre scuole pilota nella sperimentazione.
E' stato entusiasmante vedere DidaLab affiancato ai più diffusi software per il coding prodotti dal MIT o da Google ed il pipe-coding (una nostra fortunata idea) elevato a paradigma di programmazione. Rinnovo a tutte le scuole interessate l'invito a scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. per organizzare incontri di approfondimento. Compatibilmente con la necessità di "immergermi nello sviluppo di nuovo codice", risponderò a tutti e cercheremo le migliori soluzioni per incontrarci.
Oggi e per le prossime settimane sarò ancora nelle scuole pilota per farmi suggerire, direttamente dai bambini, i più urgenti miglioramenti all'applicativo.
Un caro saluto a tutte/i e grazie ancora ad Alessandro e a tutti coloro che ci aiutano a mettere il nostro lavoro al servizio dei cittadini di domani.
                      Daniele Costamagna 


Resoconto della sperimentazione - Post del 4 dicembre 2016

La sperimentazione entra nella sua terza settimana. Le scuole interessate sono la Scuola Primaria D. Folis di Pino Torinese, la Scuola Primaria Podio, la Scuola Primaria Cooperativa Sociale Istituto Principessa Clotilde Di Savoia a Torino. Le insegnanti che coordinano i progetti sono Maria Cristina Meloni per l'I.C. di Pino Torinese e Sara Picco per l'istituto a Torino.

Sono stati interessati, finora, oltre 320 studenti delle tre scuole primarie. Le lezioni in classe sono state tenute da Daniele Costamagna di UniDida (sviluppatore di DidaLab). La prima attività in ciascuna classe è iniziata con la narrazione di una storia che introduce i concetti chiave del coding: perchè usiamo macchine; alcune macchine sono programmabili; per comunicare tra noi usiamo regole ed un dizionario di simboli; anche per comunicare con le macchine usiamo regole e simboli; cosa possono fare le macchine programmabili e cosa non possono fare; cosa significa scrivere un programma.

In seguito di presenta DidaLab agli studenti che fanno pratica sulla LIM con le prime attività di CodyRoby: raccogli i frutti evitando gli ostacoli e componi le parole. Poi ci si divide in gruppi per programmare CodyRoby su carta e poi provare il risultato sulla LIM: è la parte più entusiasmante per i ragazzi, ma anche durante il racconto si raggiungono altissimi livelli di attenzione.

Come riportato più sotto, dopo il webinar di Alessandro Bogliolo, sarà possibile scaricare gratuitamente il prodotto software e proseguire con le sperimentazioni. Daniele Costamagna è a vostra disposizione per fare attività di formazione con le insegnanti o avviare le sperimentazioni con gli studenti in classe. Tra tutte le scuole che avranno dato la loro disponibilità, ne saranno scelte 5 che gratuitamente potranno avviare le attività in classe seguite direttamente da Daniele Costamagna.


Il 23 novembre 2016 è iniziata la sperimentazione con DidaLab in due scuole primarie che hanno dato la loro disponibilità. Verranno coinvolte tutte le classi di ciascun istituto per una durata di circa tre incontri di due ore. Successivamente verrà esteso alle classi della secondaria di primo grado e ad alcuni gruppi della scuola dell'infanzia.

Si tratta di un progetto avviato grazie alla collaborazione del prof. Alessandro Bogliolo che ne è il supervisore scientifico.

DidaLab è stato notevolmente modificato per prestarsi alla sperimentazione: sono nati nuovi ambienti, soprattutto nell'area robotica, per attività adatte alle diverse età e discipline.

Le attività sono state ideate grazie alla collaborazione delle insegnanti dei due istituti che hanno partecipato a CODEmooc. Su suggerimento loro e del prof. Bogliolo, si è riprodotta la grafica di CodyRoby su due scacchiere: una semplificata per i bambini del primo anno, ed una più articolata, per gli anni successivi. Grazie alla flessibilità del prodotto software è stato possibile animare il robottino di CodyRoby mentre cammina, supera ostacoli, raccoglie oggetti o lettere dell'alfabeto. 

DidaLab-shot DidaLab-shot DidaLab-shot

Dalla fantasia delle insegnanti sono nati anche il robottino  Gnam-Gnam per l'aritmetica sulla linea del 10 e del 20 e le attività di geometria con il robot pittore.

Con DidaLab si arriva a realizzare attività per la secondaria di primo grado ed alcune anche per gli ordini successivi. E' possibile far muovere diversi robot contemporaneamente nello stesso ambiente (multi-processing) e presto i robot potranno essere equipaggiati con sensori per spostarsi in autonomia negli spazi con ostacoli.

Per le classi quarte e quinte è possibile importare nel proprio esercizio la mappa della scuola per programmare i robot a raggiungere una meta e fare simulazioni di uscita in caso di emergenza. 

DidaLab-shot DidaLab-shot

Secondo quanto osservato dal prof. Bogliolo, vi sono alcune caratteristiche che distinguono DidaLab da altri prodotti software oggi disponibili per proporre il coding in classe. Tra questi l'approccio ad alcune istruzioni fondamentali nella programmazione che in DidaLab vengono spiegate e visualizzate con la metafora dei tubi connessi e dell'acqua che vi scorre. Questo approccio alla rappresentazione dei costrutti sintattici viene chiamato pipe-coding (codifica attraverso tubi) e sarà oggetto di studio e sperimentazioni proprio per la sua carica innovativa.


Al termine della prima fase di sperimentazione, il prototipo di DidaLab per la robotica ed il coding sarà disponibile gratuitamente per tutte le classi che vorranno prestarsi a proseguire la sperimentazione: unico vincolo, sarà che sia reso pubblico il risultato del lavoro svolto con i bambini ed i ragazzi e che venga prodotta adeguata documentazione per procedere alla valutazione scientifica.

Per informazioni contattare Daniele Costamagna all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o al numero 345.420.50.10.


 

Ecco le prime fotografie dei bambini della quinta C al lavoro sulla LIM con DidaLab.

DidaLab-shot DidaLab-shot

(fare click sul link o copiare nella barra degli indirizzi di un browser internet come, ad esempio, GoogleChrome).

Language

In Evidenza

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
Prima Dopo

Il CronoPlano, un ausilio didattico per …

Il CronoPlano, un ausilio didattico per lo studio della storia

UniDida annuncia un nuovo ausilio per la didattica della scuola primaria: . Ecco la registrazione di una diretta che spiega come usare il sussidio in classe.                         è uno strumento didattico a sussidio del...

Leggi Tutto...

CodyMat il tappeto educativo per il codi…

CodyMat il tappeto educativo per il coding

UniDida annuncia la nuova idea per il coding e la robotica educativi: CodyMat, il tappeto educativo dedicato alle scuole Primarie e dell'Infanzia. CodyMat è composto da tessere gommose colorate con disegni specifici per il...

Leggi Tutto...

Software free

Software free

Riporto questo mio commento ad uno scambio di messaggi tra membri del nostro gruppo "Pipecoding in classe con DidaLab": mi ha impressionato il numero di volte in cui la parola...

Leggi Tutto...

Video lezioni su DidaLab ed il pipecodin…

Video lezioni su DidaLab ed il pipecoding

     Lezione 1.1   Da dove partire     Lezione 1.2   Condizioni, cicli e variabili     Lezione 1.3   Esercizi in classe con DidaLab     Lezione 1.4   DidaLab parla con il mondo     Esperienza 1   DidaLab, robot e sensori     Esperienza 2   Tabelline con DidaLab     Esperienza 3   Plurale dei nomi con DidaLab     Esperienza...

Leggi Tutto...

Bando STEM

Bando STEM

   Il 1° giugno sono uscite le graduatorie del bando STEM: Science Technology Engineering and Mathematics. La pagina ufficiale del bando la troverete facendo click qui. UniDida partecipa al bando in collaborazione con ParentesiKuadra che troverete...

Leggi Tutto...

PON Creatività e cittadinanza digitale

PON Creatività e cittadinanza digitale

    Il 19 maggio 2017 si è chiuso il bando su PON su Creatività e Cittadinanza digitale. che era stato aperto con avviso pubblico del del 3 marzo 2017. Grazie a tutti gli...

Leggi Tutto...

Sperimentazione con DidaLab e la supervi…

Sperimentazione con DidaLab e la supervisione scientifica del professor Alessandro Bogliolo

      WEBINAR su  del prof. Bogliolo Per installare  in versione beta (in anteprima per la sperimentazione) è possibile scaricare ed eseguire il programma di installazione facendo click sul bottone o usando l'indirizzo: scarica.unidida.com/DidaLab-setup_3_00.exe   Vi preghiamo di segnalare eventuali...

Leggi Tutto...

Pilly-Tab, il cuscino per il tablet sul …

Pilly-Tab, il cuscino per il tablet sul tappeto digitale

     COMODO, MORBIDO, INDISTRUTTIBILE pillytab Pilly-Tab è un supporto per tablet per uso didattico dedicato a studenti di età infantile dai 3 ai 10 anni. E' realizzato in materiale espanso morbido e leggero. Si...

Leggi Tutto...

DidaLab, l'Atelier creativo digitale (at…

DidaLab, l'Atelier creativo digitale (atelier creativi digitali)

DidaLab il laboratorio creativo digitale, DidaLab l'atelier creativo digitale, atelier creativi digitali Il 16 marzo 2016 è stato pubblicato l'avviso pubblico per la realizzazione da parte delle istituzioni scolastiche ed educative statali...

Leggi Tutto...

Cliccolo Home Pack

Cliccolo Home Pack

Scopri l'offerta Cliccolo Home Pack riservata ad insegnanti e studenti della scuola primaria. Con soli 39,00 € potrai attivare l'abbonamento annuale che ti consentirà di utilizzare gli esercizi multimediali ed interattivi di Cliccolo...

Leggi Tutto...

Cliccolo brevettato in U.S.A.

Cliccolo brevettato in U.S.A.

UniDida è lieta di annunciare che si è concluso l'iter per il deposito del brevetto internazionale del banco Intera-Desk negli Stati Uniti. Il numero assegnato è US 8,596,204 B2, depositato il 3...

Leggi Tutto...

Plexy

Plexy

Presentiamo in anteprima il personaggio che accompagnerà le attività didattiche per la scuola secondaria Plexy è una giovane scienziata di un pianeta lontano. Stava facendo studi sulle connessioni spazio-temporali tra dimensioni...

Leggi Tutto...

UniDida su La Stampa

UniDida su La Stampa

Riportiamo un articolo comparso sul quotidiano Web La Stampa.it dove viene citata UniDida.   Scarica il file in formato pdf...   Riportiamo lo stesso articolo in forma testuale.  MUNICIPIO - LE TESTIMONIANZE20/12/2012 App e LIM, la scuola...

Leggi Tutto...

Cliccolo in TV

Cliccolo in TV

Pubblichiamo la registrazione dell'intervista a UniDida andata in onda in diretta sull'emittente televisiva QuartaRete il 13/12/2012.             Questa è una sintesi di 13 minuti. Troverete sotto le due parti della versione integrale. Ecco la...

Leggi Tutto...

Scritto su di noi

Pubblichiamo un pezzo scritto su di noi in cui viene riportata la parola delle insegnanti che lavorano ogni giorno con le nuove tecnologie per la didattica Le nuove tecnologie a confronto...

Leggi Tutto...

Social Bookmark

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedin

Area Riservata

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Chiudendo il banner si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

Accetto i cookies del sito.

EU Cookie Directive Module Information